Il Centro Storico
Una splendida veduta dalla nostra torre civica, visitabile gratuitamente
Il Cisternone del Palazzo Comunale
L'opera, che ha oltre 400 anni, serve, grazie alle sue acque, il giardino pensile soprastante.
Palazzo Comunale
La costruzione fu voluta dal cardinale Antonio Di Monte e affidata – come riferisce anche il Vasari - nel 2° decennio del sec. XVI ad Antonio da Sangallo il Vecchio

Da qualche parte, tutti noi Toscani, nel sottotetto della nostra psiche abbiamo qualche caratello in attesa…dove i lieviti-madre fermentano, talvolta tumultuosamente, preparando sempre qualche idea in Più, e al di Là


1° Concorso Miglior Vinsanto - Edizione 2022

 

REGOLAMENTO E PROCEDURA

 

Articolo 1. Tipologie di vini che possono partecipare al Concorso
Vini definiti come Vinsanto Toscano (come definiti dall'articolo 2).

 

Articolo 2. Definizione di Vinsanto Toscano
Vino ottenuto per appassimento forzato (esterno alla pianta), dove l'appassimento è stato ottenuto in appositi ambienti. La vinificazione del Vinsanto deve avvenire in appositi locali (Vinsantaie) ed in recipienti di legno di piccola capacità (caratelli) di vari legni, prevalentemente castagno e rovere. Le uve possono essere bianche (vedi sotto) o rosse, in questo caso il Vinsanto presentato dovrà avere la "dizione" Vinsanto Occhio di Pernice.

2-1. Uve bianche impiegate:
Trebbiano Toscano, Malvasia Toscana o del Chianti, San Colombano, Vitigni bianchi autoctoni conosciuti dal produttore e quindi dichiarati;

2-2. Uve nere (rosse) impiegate:
Sangiovese (qualunque biotipo o clone), Canaiolo, Colorino, Vitigni rossi autoctoni conosciuti dal produttore e quindi dichiarati;

2-3. Caratteristiche sensoriali:
Da definire tipiche e assolutamente uniche nel patrimonio dei vini Passiti nazionali, ossia:
Colore: da giallo oro intenso ad ambra, ambra scuro intenso. Per la tipologia "Vinsanto Occhio di Pernice" da ambra scuro a rosso granato/aranciato;
Aroma: Note di frutta passita, aromi di spezie dolci (vaniglia ecc.) sensazioni di miele, tipico sentore etereo di acidità volatile, smalto, noce, funghi secchi;
Sapore: da dolce ad abboccato (ma non secco), freschezza gustativa in evidenza (data dall'acidità), persistenza degli aromi di bocca.

 

Articolo 3. Non rispetto dei requisiti
Durante la fase di degustazione dei campioni, qualora il vino presentato, pur di elevata qualità non rispecchi le caratteristiche descritte e riportate al punto 2, sarà eliminato dalla fase finale del Concorso.

 

Articolo 4. Limiti di partecipazione - Territoriali
Comuni appartenenti e riconosciuti della Toscana.

 

Articolo 4 Bis. Limiti di partecipazione - Produttivi
Il Concorso è espressamente riservato alle produzioni artigianali - familiari, ossia non è ammessa la presenza di imbottigliatori professionisti (in cui è prevista e dichiarata ai sensi fiscali, la vendita), sono ammesse Aziende Agricole o similari che non commercializzano il prodotto.

 

Articolo 5. Consegna dei campioni e tempi limite
I campioni dovranno essere consegnati alla Azienda speciale Monte servizi negli orari di ufficio, entro Giovedì 24 Novembre 2022.

 

Articolo 6. Numero di campioni (bottiglie) per singolo produttore
Ogni produttore può iscrivere anche più vinsanti, è richiesta numero 1 bottiglie da almeno 750 ml per concorrente.

 

Articolo 7. Iscrizione dei partecipanti/ scheda produttore
L'iscrizione avverrà con la consegna delle bottiglie al personale della Monteservizi (che si occuperà della raccolta), in cui si dovranno indicare: nome e cognome del produttore, indirizzi, numero di telefono, e-mail, Comune di appartenenza e caratteristiche produttive del Vinsanto in gara: anno vendemmia, anni di invecchiamento nei caratelli, anno di imbottigliamento, tipologie vitigni utilizzati.
Tutto questo sarà codificato ed ogni produttore avrà quindi una sua personale scheda. Ad ogni scheda, poi, il membro della Monteservizi, una volta codificati i campioni, corrisponderà un numero coincidente al numero del campione in gara. L'iscrizione è gratuita.

 

Articolo 8. Composizione del Panel di Degustazione del Concorso
Il Panel sarà composto da Commissari nominati dall’AIS (Associazione Italiana Sommelier) rispettando le logiche e la tecnica operativa dell'Associazione Italiana Sommelier (Delegazione di Arezzo). I membri saranno quindi Degustatori Ufficiali riconosciuti AIS o Sommelier di provata esperienza.

 

Articolo 9. Criteri generali di valutazione
La valutazione sarà espressa in centesimi (Es. 80/100).
Vista la tipologia di prodotto, il Vinsanto è sempre caratterizzato da specifiche di alta qualità sensoriale, i campioni che dovranno raggiungere la finale non potranno presentare punteggi inferiori a 75/100.
Il punteggio dovrà tener conto sia dell'aspetto legato alla piacevolezza di beva, sia alla tipicità territoriale (e produttivo - culturale) così come riportato al punto 2 - 3.
Il Presidente del Panel vista la sua esperienza in questa tipologia di vini sarà "garante" per l'utilizzo di entrambi i criteri. Per l'assegnazione del punteggio si eseguirà una media matematica dei valori dei singoli Commissari, dopo aver scattato il punteggio più alto e quello più basso.
Per casi particolari o punteggi che si differenziano molto dal valore medio si rimanda alla decisione del Presidente di Commissione.
Lo stesso Presidente potrà decidere se chiedere una discussione in relazione ad un particolare punteggio, oppure passare ad una verifica con una nuova degustazione dello stesso campione (per esempio cambiando la bottiglia).

 

Articolo 10. Organizzazione delle Degustazioni
In caso di un numero di campioni iscritti superiori a 25, verrà effettuata una sessione eliminatoria precedente la finale. Alla degustazione finale saranno presentati solo i 15 campioni che avranno raggiunto il maggior punteggio.
Qualora vi siano discordanze importanti tra i vari Commissari sulla scelta dei 15 finalisti, il Presidente potrà provvedere ad una nuova degustazione dei campioni di cui non si è condiviso il giudizio, o decidere lui stesso sulla presenza o meno del campione/i nella fase finale.
Alle degustazioni può presenziare il pubblico che dovrà mantenere un contegno tale da non disturbare i degustatori

 

Articolo 11. Gestioni delle Degustazioni e codici campioni
Tutti i campioni analizzati saranno coperti e codificati da un numero: questo anonimato sarà garantito da un membro della Monteservizi che coprirà e codificherà i campioni con numeri progressivi da 01 a 99 (etichette bianche e numeri neri).
I campioni non saranno serviti in sequenza numerica ma casualmente ed in "batterie" o prove di 5 campioni per volta: quindi, per fare un esempio, se i campioni fossero 30 si eseguiranno 6 singole batterie (6 singole fasi).

 

Articolo 12. Finalisti
Dopo l’eventuale eliminatoria, saranno dichiarati finalisti i 15 campioni di Vinsanto con il punteggio assoluto più alto riscontrato.

 

Articolo 13. Vincitori
Sarà premiato il Vinsanto con punteggio più alto in assoluto ed il Vinsanto con punteggio più alto in assoluto prodotto nel territorio comunale di Monte San Savino.

 

Articolo 14. Premiazioni
La cerimonia di premiazione avrà luogo dopo la conclusione del Concorso, in cui verranno fatti conoscere i nomi dei primi classificati.

Il premio per ogni classificato consiste in:

1° premio assoluto: Targa diploma;

1° premio comunale: Targa diploma;

I risultanti dal 2° posto in poi, fino all’ultimo, saranno classificati tutti come 2° ex aequo

 

A tutti i partecipanti verrà assegnato un attestato di partecipazione

 

 

Attachments:
Download this file (concorso vinsanto 2022.pdf)concorso vinsanto 2022.pdf[Bando e Modulo Iscrizione]408 kB
Torna su