lunedì 24 gennaio 2022
Città di Monte San Savino
Home » News / Scheda News

BANDO CONTRIBUTI CANONI LOCAZIONE

BANDO PER L'EROGAZIONE DI UN CONTRIBUTO STRAORDINARIO COVID-19 ALLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE, ECONOMICHE E COMMERCIALI ESISTENTI NEL TERRITORIO COMUNALE DI MONTE SAN SAVINO A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEL CANONE DI LOCAZIONE

 

IL RESPONSABILE DEL IV SETTORE

VISTO il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo 2020 circa “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19”;
VISTO il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri dell’11 marzo 2020 circa “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell'emergenza epidemiologica da COVID19, applicabili sull'intero territorio nazionale.”;
VISTO il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 22 marzo 2020, il quale prevede su  tutto  il  territorio  nazionale la “chiusura di  ogni  attività produttiva che non  sia strettamente necessaria a garantire beni e servizi essenziali”, fino al 3 aprile 2020 poi prorogata con successivo DPCM al 13 aprile;
DATO ATTO che a seguito di suddetti provvedimenti sono state sospese tutte le attività produttive industriali e commerciali ad eccezione di quelle necessarie a garantire beni e servizi essenziali espressamente indicate nell’ALLEGATO 1 del DPCM del 22 marzo, e dei servizi di pubblica utilità;
VISTI i successivi D.P.C.M. del 10 aprile 2020, del 26 aprile 2020, del 17 maggio 2020, dell’11 giugno 2020, del 14 luglio 2020, del 7 agosto 2020, del 7 settembre 2020, del 13 ottobre 2020, del 24 ottobre 2020 e del 3 dicembre 2020;
VISTA la Delibera di consiglio comunale n. 38 del 28.06.2021 con la quale il Comune di Monte
San   Savino   per   sostenere   le   Attività   Produttive   maggiormente   colpite   dagli   effetti dell’emergenza COVID-19 in quanto interessate dai provvedimenti di sospensione previsti dai D.P.C.M. del 11.03.2020 e del 22.03.2020 e relative Ordinanze, ha istituito un fondo di € 40.000 (Capitolo di spesa 13880) da destinare a contributi per il sostegno del pagamento del canone di affitto per le attività commerciali colpite dall'emergenza epidemiologica da Covid-191; RICHIAMATA la deliberazione giunta comunale n. 228 del 23 dicembre 2021, esecutiva ai sensi  di  legge,  con  la  quale  a  sostegno  del  pagamento  del  canone  di  affitto  per  attivita’ commerciali  ed  artigianali  colpite  dall’emergenza  epidemiologica  da  covid-19  sono  stati approvati i criteri e la metodologia per l'assegnazione del contributo agli aventi diritto RICHIAMATA la determinazione del Responsabile del IV Settore n. 1008 del 23 dicembre
2021 di assunzione del necessario impegno di spesa e approvazione dello schema del presente Bando;

RENDE NOTO

che sono aperti i termini per la presentazione della DOMANDA DI ACCESSO AL CONTRIBUTO STRAORDINARIO COVID-19 RIVOLTO ALLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE , ECONOMICHE E COMMERCIALI ESISTENTI NEL TERRITORIO COMUNALE DI MONTE SAN SAVINO A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEL CANONE DI LOCAZIONE.

Il contributo su indicato é finalizzato a sostenere quelle attività che risultano essere state temporaneamente sospese dai D.P.C.M. dell’11.03.2020, del 22.03.2020, del 10.04.2020, del 26.04.2020, del 17 maggio 2020, dell’11 giugno 2020, del 14 luglio 2020, del 7 agosto 2020, del 7 settembre 2020, del 13 ottobre 2020, del 24 ottobre 2020 e del 3 dicembre 2020 e relative Ordinanze.

Art. 1 - Stanziamento e Importo Contributi

La somma complessiva a disposizione degli interventi per il bando è pari a €. 40.000,00 1per le seguenti finalità: CONTRIBUTO STRAORDINARIO COVID-19 ALLE ATTIVITA’ PRODUTTIVE, ECONOMICHE E COMMERCIALI ESISTENTI NEL TERRITORIO COMUNALE DI MONTE SAN SAVINO A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEL CANONE DI LOCAZIONE.

L’ammontare  del  contributo  per  singola  impresa  sarà  quantificato  per  l'importo  massimo  del  40% dell'importo del canone di locazione  di immobili ad uso non abitativo destinati allo svolgimento dell'attività commerciale, artigianale e professionale dell'attività di lavoro autonomo, per i mesi da marzo a dicembre
2020, a condizione dell'avvenuto pagamento dei canoni. Di determinare in € 500,00 una tantum l’importo del contributo, che potrà essere erogato nella sua interezza solo qualora non sia superiore al 40% dell’importo del canone di affitto annuale 2020.

Alla scadenza del termine di presentazione delle domande sarà predisposta la graduatoria delle domande ritenute valide a seguito dell’istruttoria svolta da parte dell’ufficio competente. La graduatoria verrà stilata in base all’ordine cronologico di presentazione della domanda: a tal fine farà fede la data di trasmissione della PEC.

Il contributo verrà erogato in ordine di graduatoria, fino all’esaurimento delle risorse disponibili. Nel caso in cui si esaurisca la disponibilità dell’importo stanziato, gli eventuali soggetti in graduatoria verranno tenuti in posizione utile con riserva di erogazione del beneficio richiesto sulla base di eventuali ulteriori stanziamenti futuri da parte dell’Amministrazione.

Le domande presentate saranno valutate anche in base alla regolarità formale della domanda (effettivo utilizzo della documentazione prevista dal Bando e completezza dei documenti e/o delle informazioni richieste, effettiva presenza dei requisiti previsti dal Bando o rispetto alle informazioni autocertificate dai partecipanti e rispetto delle tempistiche previste dal Bando).

Il Comune si riserva la facoltà di richiedere eventuali chiarimenti in ordine alle informazioni fornite nella domanda in autocertificazione al domicilio elettronico (pec) fornito nella domanda: la risposta dovrà essere presentata dall’impresa entro e non oltre 10 giorni dalla richiesta. Il mancato perfezionamento delle informazioni richieste entro il termine stabilito nella comunicazione determinerà automaticamente l’inammissibilità della domanda e la sua archiviazione, con contestuale comunicazione all’impresa.

Il procedimento istruttorio delle domande si concluderà con la predisposizione di idonea graduatoria degli aventi diritto come meglio sopra specificato, che sarà approvata con atto gestionale del Responsabile del Servizio. A tale approvazione seguirà l’atto di liquidazione da parte del Responsabile del Procedimento con il quale si procederà all’erogazione del contributo spettante in un’unica soluzione.

La somma sarà liquidata a mezzo bonifico bancario, disposto esclusivamente sull’IBAN indicato in sede di presentazione della domanda, corrispondente obbligatoriamente a conti correnti accesi presso istituti di credito o presso Poste Italiane. Sono espressamente escluse forme di pagamento diverse (es. su carte di credito o carte prepagate).

La graduatoria predisposta sarà pubblicata all’Albo Pretorio on line, sul la home page del sito istituzionale dell’Ente e nella sezione “Amministrazione Trasparente”, settore “Sovvenzioni, contributi, etc” : tale pubblicazione equivale, ad ogni effetto, a notifica ai beneficiari e pertanto non seguirà comunicazione ai singoli partecipanti.

Art. 2 - Soggetti Beneficiari – soggetti esclusi dal beneficio

Possono accedere ai contributi le attività produttive, economiche e commerciali, come sotto individuate, che alla data della presentazione della domanda:

• essere titolare di un’attività ritenuta “non essenziale” ai sensi del DPCM 14/01/2021, confermata dal DPCM del 02/03/2021 e dal D.L. n. 44 del 01/04/2021, che ha subito una chiusura relativa all'emergenza COVID-19 nell'anno 2020, con sede operativa nel Comune di Monte San Savino comprovata dall'iscrizione alla Camera di Commercio di Monte San Savino;

• sono ammesse al beneficio anche quelle imprese che, pur rientrando nell'elenco delle attività che in base al codice ATECO non risultavano sospese quali, ad esempio, strutture ricettive a carattere imprenditoriale, librerie, scuole guida, hanno comunque dovuto interrompere la propria attività a causa delle limitazioni imposte agli spostamenti delle persone nei soli casi di lavoro, comprovata necessità ed urgenza e per motivi di salute;

• le imprese richiedenti il contributo dovranno essere titolari di un contratto di locazione dei locali ad uso commerciale, artigianale o con qualsiasi altra destinazione purché compatibile con l'attività svolta nell'immobile stesso, debitamente registrato; l'attività commerciale deve risultare in funzione alla data di pubblicazione dell'avviso;

• tra i soggetti "locatore" e "affittuario", siano essi persone fisiche o giuridiche, non deve intercorrere nessun rapporto di compartecipazione e/o interesse;
• non avere un volume di affari 2019 a fini IVA, relativamente alla sede operativa di Monte San Savino,
superiore a:
◦ > 700.000 euro se trattasi di attività che effettuano cessioni di beni;
◦ > 350.000 euro, se trattasi di attività che effettuano prestazioni di servizi (alberghi,
pubblici esercizi, agenzie, artigianato);
• per le attività di commercio di avere una superficie di vendita o somministrazione inferiore o uguale a mq.
300;• l'attività non deve avere come oggetto sociale la costruzione di immobili e/o la gestione di proprietà
immobiliari, anche attraverso società ad essa collegate/partecipate;

Restano escluse le attività che durante il periodo della chiusura hanno proseguito la loro normale attività senza  alcuna  sospensione  o  riduzione  anche  parziale  della  stessa  (a  titolo  di  es.  attività  commerciali alimentare compreso panifici, edicole, rivendite di genere di monopolio (tabaccai), ferramenta, farmacie e parafarmacie) e comunque tutte le attività che hanno il codice ATECO per cui non sia stata prevista la chiusura, oltre a quelle che hanno avuto autorizzazione all’attività in deroga dalla Prefettura.

Restano escluse le attività industriali.

Restano escluse le attività che hanno un contratto di leasing o di concessione di immobili ad uso  non abitativo.

Restano escluse le attività produttive, economiche e commerciali dove il richiedente il contributo compare tra i soci proprietari dei locali ad uso non abitativo destinati allo svolgimento dell'attività.

Art. 3 - Requisiti richiesti

Le attività produttive, economiche e commerciali di cui all'articolo precedente alla data di presentazione della domanda devono possedere i seguenti requisiti:

A) essere iscritte al Registro Imprese della Camera di Commercio competente per territorio o essere in possesso di P.IVA ed essere imprese ATTIVE sul territorio comunale ed operative; quindi, avviate (ma non cessate) alla data dell'8.03.2020 sia dal punto di vista civilistico che amministrativo. Possono beneficiare dei contributi  in  oggetto  ANCHE  le  imprese,  iscritte  al  Registro  Imprese  della  Camera  di  Commercio competente per territorio o in possesso di P.IVA, attive sul territorio comunale alla data dell'8.03.2020 che hanno cessato la propria attività in data successiva al 30.06 .2020 a seguito dell’applicazione dei provvedimenti di individuazione delle misure per il contenimento ed il contrasto del diffondersi del virus COVID-19;  In  caso  di  eventuale  subingresso  o  di  cessazione  dell’attività  successivi  alla  data  di presentazione della domanda e prima dell’erogazione del contributo, non verrà corrisposto alcun contributo;

B) essere in situazione di regolarità contributiva e previdenziale;

C) avere rispettato la normativa in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro e che non abbiano riportato provvedimento definitivo o sentenza passata in giudicato per violazione della suddetta normativa;
COMUNE DI MONTE SAN SAVINO
(Provincia di Arezzo)
SETTORE IV: URBANISTICA – EDILIZIA – S.U.A.P. – LAVORI PUBBLICI
SUAP
Corso Sangallo, 38 – 52048 Monte San Savino (AR)
Tel. 0575/8177216 –0575/81771 – Fax. 0575/843076 – Web www.citymonte.it E-mail: ilaria.deandreis@citymonte.it
C.F. e P.I. 00272160516

 

D) non avere debiti e/o contenziosi di qualunque natura nei confronti del Comune di Monte San Savino riferiti all’attività di impresa per cui si chiede il sostegno;

E) essere in regola con il versamento dei tributi locali dovuti al Comune di Monte San Savino;

F) non trovarsi in nessuna delle situazioni ostative relative agli aiuti di Stato dichiarati incompatibili dalla Commissione europea, ed in particolare rispettare il limite “de minimis” per quanto previsto dai Regolamenti UE 1407/2013 o 1408/2013;

G)  non  essere  sottoposte  a  procedure  di  liquidazione  (compresa  liquidazione  volontaria),  in  stato  di fallimento, di amministrazione controllata, di concordato preventivo o in qualsiasi situazione equivalente secondo la normativa vigente;

H) avere titolari, legali rappresentanti, amministratori (con o senza poteri di rappresentanza) e soci per i quali non sussistano cause di divieto, di decadenza, di sospensione previste dall’art.67 del D.Lgs. 06/09/2011, n.159 (c.d. Codice delle leggi antimafia) e per i quali non sia stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso decreto penale di condanna irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell'art. 444 del codice di procedura penale, per reati contro la pubblica amministrazione e per reati contro il patrimonio che abbiano comportato una pena detentiva superiore a 2 anni;

I) non rientrare tra le imprese che hanno ricevuto e, successivamente, non rimborsato o depositato in un conto bloccato, gli aiuti individuati quali illegali o incompatibili dalla Commissione Europea;

L) trovarsi in regola con le disposizioni vigenti in materia di normativa edilizia e urbanistica, del lavoro, igienico-sanitaria, prevenzione incendi e salvaguardia dell’ambiente;

M) non essere state destinatarie, nei tre anni precedenti la domanda, di provvedimenti di revoca totale di agevolazioni pubbliche, ad eccezione di quelli derivanti da rinunce;

N) aver restituito agevolazioni pubbliche godute per le quali è stato disposto un ordine di recupero;

O) presentare i requisiti previsti dal D.Lgs 231/2007 e successive disposizioni attuative emanate da Banca
d’Italia in materia di riciclaggio e finanziamento al terrorismo;

P) impegnarsi a presentare in visione, su richiesta eventuale dell’Amministrazione, la documentazione comprovante quanto dichiarato.

Art. 4 -Modalità di presentazione delle domande

Le domande di accesso al contributo devono essere presentate entro e non oltre le ore 12.00 del 18 febbraio 2022, esclusivamente via pec all’indirizzo  comune@pec.citymonte.it  con il modello allegato al presente BANDO (allegato A), firmata dal titolare della ditta individuale o dal legale rappresentante dell’impresa con una delle seguenti modalità:

- con firma digitale da parte del legale rappresentante/titolare di ditta individuale;

- con firma autografa da parte del legale rappresentante/titolare di ditta individuale (in questo caso dovrà obbligatoriamente a pena di esclusione essere allegata copia del documento di riconoscimento in corso di validità del sottoscrittore);

-  con  firma  digitale  da  parte  di  altro  soggetto  in  qualità  di  procuratore  (in  questo  caso  dovrà obbligatoriamente a pena di esclusione essere allegata la relativa procura notarile o sua copia autentica).

Le domande dovranno contenere obbligatoriamente, a pena di esclusione dal contributo, i seguenti elementi:

A) riportare come oggetto: “CONTRIBUTO STRAORDINARIO COVID-19 ATTIVITA’ PRODUTTIVE, ECONOMICHE E COMMERCIALI ESISTENTI NEL TERRITORIO COMUNALE DI MONTE SAN SAVINO A SOSTEGNO DEL PAGAMENTO DEL CANONE DI LOCAZIONE”;

B) eventuale procura speciale nell’ipotesi che la domanda sia firmata da persona diversa da Titolare e dal
Legale Rappresentante;

C) copia del contratto di locazione e copia del pagamento dell'ultima annualità dell'imposta di registro, se dovuta;

D) copia ricevute del pagamento del canone di locazione per i mesi da marzo a dicembre 2020.

Non saranno ammesse domande presentate con modalità diverse e/o su modulistica diversa da quella appositamente predisposta.

E’ necessario indicare nella domanda un indirizzo pec presso il quale l’impresa elegge domicilio elettronico ai fini della ricezione di tutte le comunicazioni relative alla procedura di domanda di contributo. In mancanza di tale indicazione, tutte le comunicazioni saranno inviate all’indirizzo pec indicato nella visura camerale dell’impresa.

Le domande saranno ritenute inammissibili e quindi escluse dalla procedura nei seguenti casi:

- ricevute oltre il termine di presentazione delle stesse, indicato dal presente Bando;

- trasmesse con canali diversi dalla pec ;

- presentate con modulistica diversa da quella predisposta dal Comune ed allegata al presente Bando;

- prive dei requisiti richiesti dal Bando;

- non completamente compilate secondo le modalità previste nel presente Bando;

- domande non sottoscritte o che non riportano la sottoscrizione valida del legale rappresentante/titolare di ditta individuale effettuata con firma digitale o autografa (ed in questo ultimo caso se non corredate da documento di riconoscimento in corso di validità del sottoscrittore) ovvero del soggetto individuato quale procuratore se non sia allegata la relativa procura speciale notarile;

Il Comune di Monte San Savino non assume alcuna responsabilità per lo smarrimento e la dispersione di comunicazioni dipendenti da errate o incomplete indicazioni e da disguidi tecnici nella trasmissione alla posta elettronica certificata indicata dall’amministrazione, a caso fortuito o a forza maggiore;

Art. 5 - Controlli sulle dichiarazioni – Revoca del contributo

Il modello di domanda ( allegato A) è resa nella forma di dichiarazione ex art. 47 del D.P.R. 445 del 2000. Il sottoscrittore deve essere consapevole delle responsabilità anche penali derivanti dal rilascio di dichiarazioni false e mendaci ai sensi degli articoli 75 e 76 del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000 n. 445. Il Comune di Monte San Savino si riserva di verificare la veridicità delle dichiarazioni e di agire in caso di dichiarazioni false o mendaci. L’Amministrazione Comunale, attraverso i propri uffici, intende fin da ora comunicare che almeno il 10% dei soggetti che beneficeranno di tale contributo saranno oggetto di controlli. Il controllo sarà effettuato a sorteggio.

Il comune potrà richiedere specifica documentazione comprovante il possesso dei requisiti e la sussistenza delle condizioni richieste per accedere al contributo in argomento, documentazione da esibirsi nei modi e nei termini richiesti, pena l'esclusione dall’erogazione del contributo stesso o la revoca del contributo se già erogato, avviando il recupero coattivo del beneficio concesso e delle spese consequenziali, compresi gli oneri di riscossione.

Oltre al recupero dei contributi erogati, in caso di dichiarazione mendace rimangono ferme le responsabilità penali previste dall’art. 76 del DPR n. 445/28.12.2000. Ogni eventuale modifica o variazione dei requisiti intervenuta dopo la presentazione dell’istanza ma prima dell’erogazione del contributo deve essere tempestivamente comunicata al Comune per le conseguenti verifiche istruttorie.

L’eventuale rinuncia al contributo da parte di un soggetto beneficiario (es. per sopraggiunta mancanza dei requisiti prescritti) dovrà essere tempestivamente comunicata al Comune di Monte San Savino.

Il contributo verrà in questo caso assegnato scorrendo l’ordine di graduatoria, fino all’esaurimento della stessa.

Si procederà alla revoca del contributo nei seguenti casi:

- perdita dei requisiti richiesti;

- mancato rispetto degli impegni e degli obblighi previsti dal Bando;

- non autenticità di fatti o informazioni dichiarate, riscontrata in fase di controllo;

- indisponibilità a fornire in tutto o in parte, la documentazione richiesta dal Comune in sede di

controllo attestante quanto dichiarato nell’istanza.

Art. 6 – Trattamento dei dati personali

Il Responsabile del trattamento dei dati personali è De Andreis Ilaria

I dati richiesti dal presente bando e dal relativo modulo di domanda verranno utilizzati unicamente ai fini della conclusione del relativo procedimento ai sensi e per gli effetti del Regolamento (UE) n. 679/2016 e del d.lgs.  n.  196/2003  e  s.m.i.  In  relazione  alle  descritte  finalità, il trattamento  dei  dati  personali  avverrà mediante strumenti manuali, informatici e telematici, con logiche strettamente correlate alle finalità predette e, comunque, in modo da garantire la sicurezza e la riservatezza dei dati stessi.

Art. 7 - Responsabile del Procedimento

Ai sensi della Legge 7 agosto 1990, n. 241, "Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi", e ss.mm.ii. la struttura amministrativa responsabile dell'adozione del presente bando è il Comune di Monte San Savino.

Il responsabile del procedimento è il dipendente Gilberto Mencarelli

Art. 8 - Disposizioni finali

Il presente Bando non costituisce obbligazione per il Comune di Monte San Savino che si riserva quindi la facoltà, in qualsiasi fase del procedimento e per qualsiasi causa, di annullare lo stesso senza che ciò costituisca motivo di rivalsa a qualsiasi titolo da parte dei soggetti richiedenti.

In caso di mancata concessione del contributo, i soggetti richiedenti non hanno diritto a rimborso alcuno. Restano ferme le responsabilità civili, penali, amministrative e contabili dei soggetti ammessi al contributo.
Per tutto quanto non previsto dal presente avviso si rinvia alla normativa statale, regionale e comunale vigente.

Il presente Bando costituisce “lex specialis” e pertanto, con la formulazione della domanda si accettano implicitamente, senza riserva alcuna, tutte le disposizioni ivi contenute.

Art. 9 - Informazioni

Qualunque informazione relativa alla presente procedura può essere richiesta all’ SPORTELLO UNICO del Comune di Monte San Savino, esclusivamente attraverso i seguenti canali: numero 0575 8177200, (dal lunedì al venerdì dalle ore 08.30 alle ore 13.00),

Il presente avviso e i relativi allegati sono pubblicati all’Albo Pretorio on line, sul la home page del sito istituzionale dell’Ente (www.citymonte.it) e nella sezione “Amministrazione Trasparente”, pagina “Sovvenzioni, contributi, sussidi, vantaggi economici”.

F.To Il responsabile del IV SETTORE

Arch. De Andreis Ilaria

File allegati
Scarica file in formato SCONOSCIUTO Modello Antimafia
Scarica file in formato SCONOSCIUTO Procura
Scarica file in formato PDF Bando Completo
Scarica file in formato SCONOSCIUTO modulo di domanda

Comune di Monte San Savino CF e PI 00272160516 Corso Sangallo 38 - 52048 Monte San Savino
Tel.: 0039 0575 81771 Fax: 0039 0575 843076 comune@citymonte.it - turismo@citymonte.it